Consorzio Forestale Alta Val di Susa
Home -> Il Consorzio -> Tipologie Forestali


Tipologie Forestali
Pineta di Pino Silvestre | Pineta di Pino Uncinato | Abetina | Lariceto
PINETA ENDALPICA BASIFILA DI PIUNO SILVESTRE

Si tratta di pinete esposte a Sud nei Comuni di Oulx e Bardonecchia, con struttura generalmente monoplana, senza difficoltá di rinnovazione naturale.
Sono popolamenti molto stabili soprattutto nei confronti di agenti destabilizzanti esogeni (neve, vento, ungulati selvatici).
Molte particelle forestali in Comune di Oulx, possono fornire assortimenti di legname di rilevante qualitá (falegnameria e legname da opera), negli altri casi il legname viene utilizzato per imballaggi.
Le Pinete vengono trattate, vista la facilitá di insediamento della rinnovazione naturale a tagli successivi, con un intervallo trentennale tra taglio di sementazione e taglio di sgombero.
L'estrema variabilitá del valore di mercato del Pino silvestre rende limitato, rispetto ad un tempo, il numero di interventi a macchiatico positivo che si possono realizzare all'interno di queste pinete.
La ripresa garantisce e annualmente circa 1.500-2.000 m3 di legname assegnato al taglio. Nelle aree dove le limitazioni stazionali dovute alla presenza di affioramenti rocciosi (gessoso-solfifero) o laddove il suolo é molto superficiale, i portamenti non sono buoni e quindi non vengono effettuati prelievi di legname.
In questi casi i popolamenti sono lasciati all'evoluzione naturale salvo limitati interventi di messa in rinnovazione per asportazioni di piccoli gruppi.
Sono frequenti gli interventi di tagli intercalari e di cure colturali nei popolamenti che svolgono una funzione produttiva o pretettiva diretta, al fine di garantire la massima stabilitá delle formazioni forestali.
Si tratta di diradamenti selettivi o dal basso, a carico dei gruppi di rinnovazione naturale che si insediamo all'interno delle aree percorse dai tagli di sementazione.
Un recente lavoro di ricerca effettuato in collaborazione con l'Universitá di Torino , é stato evidenziato che l'elevato grado di concorrenza tra i giovani individui favorisce l'affermarsi dei candidati anche in assenza di interventi soprattutto di grado debole.
Rimangono economicamente interessanti interventi di diradamento selettivi di grado forte effettuati in giovane etá arrivando precocemente a forti riduzioni del numero di alberi

PINETA MESALPICO-ENDALPICA ACIDOFILA A PINO SILVESTRE

Localizzate nella media valle tra I Comuni di Salbertrand, Exilles e Chiomonte, su esposizione prevalente Sud.
Si tratta di popolamenti monoplani, con forti limitazioni dovute alla presenza di rocce affioranti o suoli molto superficiali.
In alcuni casi dove il terreno é piú profondo e gli assortimenti retraibili garantiscono macchiatici positivi, anche per la presenza di larice, vengono effettuati interventi per tagli successivi, con la stessa metodologia piú sopra descritta.
Particolare interesse viene ultimamente data all'ingresso in questi popolamenti di latifoglie mesofile.
All'interno di un recente intervento effettuato in Comune di Exilles di ricostituzione di un popolamento di pino silvestre e larice percorso da incendio, nelle aree marginali dove l'incendio non é passato in chioma, sono stati effettuati interventi colturali aventi il fine di liberare e favorire la promettente rinnovazione di latifoglie quali Quercus pubescens, Prunus avium, Castanea sativa.
Nelle aree piú esposte si è invece proceduto al rimboschimento con Pino silvestre, larice e pino uncinato alle quote piú alte.

PINETA ENDALPICA DI GRETO DI PINO SILVESTRE

Comprese nel fondovalle tra Bardonecchia ed Oulx e limitate nella loro estensioni dai numerosi cantieri realizzati lungo il fondovalle per l'apertura dell'autostrada per il Frejus e per la tangenziale di Oulx, rappresentano relitti delle originarie formazioni forestali planiziali crescite sulle alluvioni della Dora di Bardonecchia.
Gli interventi effettuati nei popolamenti si limitano a diradamenti dal basso di grado forte ed ora a diradamenti selettivi che salvaguardando rigorosamente il sottobosco arbustivo tendono a mantenere elevata la diversitá e la complessitá floristica, ed a interventi di messa in rinnovazione, nelle particelle a migliore portamento e a maggiore fertilitá , effettuando tagli successivi con disegno non uniforme per aumentare il grado di complessitá della tessitura del bosco.


PINETA ENDALPICA MESOXERIFILA DI PINO SILVESTRE

Situata sui versanti nord nei comuni di Salbertrand, Oulx e Bardonecchia la Pineta di pino silvestre si arricchisce, per le favorevoli condizioni stazionali, con abete rosso, larice e limitatamente di abete bianco.
A causa di determinismi edafici questi popolamenti sono caratterizzati da limitati incrementi e provvigioni ed al loro interno vengono effettuati unicamente interventi molto limitati in superficie e in quantitá di legname assegnato al taglio.
Tali interventi hanno il fine di favorire l'affermarsi della prerinnovazione di abete rosso e bianco, laddove le caratteristiche stazionali lo permettono, o di aumento della stabilitá complessiva del bosco dove questi popolamenti svolgono una funzione protettiva diretta (abitati ed infrastrutture viarie come ferrovie e strade).
Download Documenti
Tipi forestali [.pdf / 1.123 Kb]